• +39 02 890.135.57
  • Via Maddalena 1, Milano, 20122, Italy
  • lu-ve 12.15 - 14.30, lu-do 19.30 - 23.00
Zen Arte

Con periodicità mensile il locale ospita mostre ed eventi artistici.
Il panorama e gli stili sono di ampio respiro, spaziando da lavori legati a tradizioni orientali alle ricerche occidentali più attuali.

Giovanna Lonigo dal 16 marzo al 12 aprile 2019

Giovanna Lonigo nasce a Milano nel 1966 .Dopo aver frequentato il Liceo Artistico, si laurea nel 1990 in Architettura al Politecnico di Milano , dove vive e lavora . Nel 2006 inizia la sua attività come pittrice, realizzando quinte scenografiche all’interno di abitazioni , che costituiscono un naturale collegamento tra interior design e pittura . Sono figure antropomorfe, realizzate a pennarello nero su muratura. Contemporaneamente realizza i primi quadri a tempera e in seguito ad olio su tela.
Direttamente giocate su una profusione di colore, le composizioni di Giovanna Lonigo sono dei fotogrammi onirici che affondano dentro un eccesso decorativo, dai cui anfratti emergono personaggi dal richiamo dichiaratamente letterario: una coppia di conigli vestiti a festa e provvisti di grossi orologi, cappellai matti, un’Alice dentro un paese delle meraviglie magistralmente rivisitato. Le figure sono perfettamente mimetizzate - quasi nascoste - entro il caos ornamentale che ricopre interamente la tela. La particolarità dei toni, impostati soprattutto sul blu e sul verde acido, permette di affiancare ogni opera della Lonigo all’altra; strutturandosi quindi come parte integrante di un filone, il suo lavoro va a comporsi in una vera e propria serie.            Ivana Mazzei

Gerardo La Porta dal 16 febbraio al 15 marzo 2019

Sono un artista autodidatta, nato nel 1966 ad Eboli, cittadina del salernitano, che mostra fin dall’infanzia attitudine al disegno, spaziando da quello tecnico al figurativo. Sono fortemente condizionato da alcuni artisti moderni e contemporanei , ma alla fine sviluppo una mia tecnica personale contraddistinta da sfumature di colori vivi e linee ondulate.
Ho avuto il piacere di partecipare alla Biennale di Salerno; Collettiva a Dublino, Bologna, Pavia, Milano; Personale a Salerno ed Agropoli (SA);  al P.A.T. PAVIA 2018; a laboratori coworking con varie Gallerie per realizzazioni progetti artistici, e concorsi artistici con riconoscimenti.
Il mio stile e’ istinto: ogni tela mi ispira ed intravedo un soggetto, quasi sempre una donna, dove il movimento delle linee nere accarezza le figure che esprimono bellezza, e la mia tecnica fatta di altrettante  linee colorate ne evidenzia la luminosita’ ed il volume. Vorrei dare alla mia arte un segno che mi identifichi, e che la tecnica che ho sviluppato, ispirata dai disegni e dai colori che le tribu’ africane usano per decorare le proprie case o i propri abiti, diventi il mio tratto distintivo.
L’obiettivo e’ che le mie opere suscitino le stesse emozioni a chi le guarda, come accade a me dopo averle completate.  

Rino Di Terlizzi dal 19 gennaio al 15 febbraio 2019

Mi chiamo Rino Di Terlizzi e sono nato a Ruvo di Puglia ( BA). Attualmente vivo a Bussero, a pochi km da Milano, dove mi dedico allo studio dei colori per creare le mie opere. Sono allievo del Maestro Aldo Sterchele e con lui posso dire di aver raggiunto una maturazione artistica con risultati che si evidenziano inequivocabilmente nelle mie opere, protagoniste di molte esposizioni nelle più importanti città d'Italia.

2015 - luglio, collettiva galleria, SpazioPorpora Milano. settembre, collettiva galleria, Orler Punta Ala.
2014 - novembre, personale galleria Del Sole e Della Luna, con il patrocinio della provincia di Milano.  
2013 - maggio, collettiva sala S.Maria Segreta, con il patrocinio del comune di Pavia. giugno, personale galleria Duomo Spoleto.
2012 - marzo, collettiva galleria Lagrange, Torino. maggio, collettiva presso il Mulino, con il patrocinio del comune di Cassina De Pecchi, Milano.
2011 - aprile, personale presso Zen Sushi Restaurant, Milano. settembre, personale galleria Macadam Cantù.
2010 - settembre, personale galleria Studio D'Arte.
2009 - maggio, collettiva Pisa-Expo ex stazione Leopolda.

Maria Grazia Canale dal 15 dicembre 2018 al 19 gennaio 2019

Sono nata a Milano, ho conseguito il diploma presso l'Accademia Arti Applicate a Milano.  Corsi di Nudo e Storia dell'Arte presso l'Accademia di Brera a Milano.  Corso di pittura e Trompe L'Oeil.  Esperienza lavorativa nell'ambito dell'illustrazione pubblicitaria e nella moda, in seguito, con la decorazione, ho realizzato Trompe L'Oeil presso privati, esercizi commerciali, studi medici e chiese.  Insegnante di pittura e tecniche di Trompe L'Oeil. Espositrice a mostre di pittura.  Fin da bambina ho provato profonde emozioni davanti alle bellezze misteriose che la Natura cela; l'oscillazione di un albero mosso dal vento, il volo di un passero che svolazza di ramo in ramo, lo scorrere lento di un fiume, l'impeto del mare o la statica terra piena di vita.  Questa mia connessione con le origini, la natura e il pianeta hanno sempre guidato la mia ispirazione e la mia arte.  Ciò che vorrei trasmettere attraverso le mie creazioni è la sensibilizzazione verso una simbolica espressione della Natura che ci circonda.  Da lì siamo nati e ad essa ci ricongiungeremo.  Questo è il ciclo che dovrebbe spingere ogni essere umano a prendersi cura del tutto per prendersi cura di se stessi.  Il percorso che propongo in occasione di questa esposizione, vede il mescolarsi di tecniche e materiali diversi volti a creare giochi suggestivi con un tocco fiabesco che pongono un accento su tre concetti per me fondamentali:  - La creazione dalla materia all'espansione cosmica  - Il percorso "Cercami" per ricordarci che se anche ignoriamo la natura, essa ci circonda, ci vede e ad essa apparteniamo  - l'espressione del rischio che si corre se perseveriamo nell'agire da esseri assoluti in un mondo in cui siamo ospiti pari alle altre creature  
Il mio credo e il mio auspicio è che che ogni fine da origine a nuovi inizi. Questo è il mio pensiero di speranza.  Questa è la metafora della vita.

Per le mostre precedenti ospitate da Zen Sushi Restaurant potete visitare il nostro archivio