• +39 02 890.135.57
  • Via Maddalena 1, Milano, 20122, Italy
  • lu-ve 12.15 - 14.30, lu-do 19.30 - 23.00
Zen Arte

Con periodicità mensile il locale ospita mostre ed eventi artistici.
Il panorama e gli stili sono di ampio respiro, spaziando da lavori legati a tradizioni orientali alle ricerche occidentali più attuali.

Frantz Gauviniere
dal 11 novembre al 15 dicembre 2017

Un’orda voluminosa di /Dragoni/, evoluzioni biologiche (e artistiche) dei nostrani /Biscioni/, cui lo sguardo meneghino è già avvezzo dai tempi dei Visconti. Giungono volando, forse dalla francese Vandea che ha dato i natali anche a Frantz Gauviniere, l’artefice di tali visioni ironicamente apocalittiche sotto forma di tavole grafiche. Un’invasione che sa di naturalizzazione: i /Draghi/ trovano in Milano le tracce del loro passato misterioso, come se gli emblemi viscontei scolpiti nei marmi atavici della città fossero i fossili arcani di antichi progenitori. Al tempo stesso, il serpeggiare fra le vie di energie rinnovatrici è l’immagine perfetta di una città in forte propulsione evolutiva e sguardo dritto verso il futuro.
Con la stessa leggerezza imponente dei suoi mastodontici /Draghi/ in volo, si insedia in città il francese Frantz Gauviniere, disegnatore ma ancor prima pittore, canalizzatore nei suoi quadri di un’espressività dalla potenza tellurica. Energie calde, talvolta torbide, di un sottosuolo spaventoso e affascinante a un tempo, antichi tesori dissepolti che esplodono, una volta portati alla luce, nella gamma caleidoscopica delle vibrazioni luminose: i colori nella loro pura essenza energetica.

 

Manuela de Pregi
dal 7 ottobre al 10 novembre 2017

Goriziana di nascita ma milanese d’adozione, Manuela de Pregi vive e lavora a Milano. Ha girato il mondo, per lavoro e per piacere, e spesso ha tratto ispirazione per i suoi quadri dai ricordi di viaggio. Ama la fotografia e ogni passo della sua vita è segnato da una forte creatività e dall'amore per la bellezza, per le forme, per i colori. Con le sue opere evoca emozioni, pensieri, riflessioni. Nelle atmosfere rarefatte e sofisticate si possono cogliere momenti di grande profondità. Assistiamo ad una pittura che da figurativa si approccia all’astratto in una ricerca che non finisce mai, una sperimentazione che porta sempre nuovi stimoli e ci trasmtte il pensiero inquieto dell’artista, un messaggio di movimemto, di rinnovamento, che ne rappresenta la capacità di cogliere la vita con un unico movimento fluido ed armonioso.

Massimiliano Ruffino
dal 9 settembre al 6 ottobre 2017

Massimiliano Ruffino realizza mondi spettacolari dove tutto è possibile. E’ come se lui per primo si immergesse con tutta la sua incessante vena creativa, di eccellente disegnatore e di illustratore, dentro un universo costituito da paesaggi e animali, da creature fantastiche e stupefacenti. Protagonista assoluto è il colore ed un effetto di insieme di grande energia, di brulicante instabilità che sembra pervadere ogni cosa. E’ come se avessimo già la dimensione del cortometraggio animato. Un universo visionario e libero che si offre come occasione aperta a tutti noi. Il sogno pop e alternativo che nasce dal suo estro, diviene comunicazione e possibilità partecipativa e di condivisione. All’arte il merito di rendere possibile il passaggio catartico dal pensiero del singolo individuo al più ampio livello di un immaginario sociale. Notevole è, inoltre, l’attenzione che l’artista ripone su ogni piccolo particolare congiuntamente all’idea di un caos allegro e fluttuante, una specie di autogoverno totalmente indipendente dalle regole della realtà dove ciascuno può davvero essere ciò che vuole.

Rino Aquilecchia
dal 22 luglio all'8 settembre 2017

Le qualità naturali dell'artista si riassumono in un sentimento che si trasforma in realtà nei suoi dipinti: luminosità, armonia, fantasia.Nelle sue opere, realizzate con la tecnica ad olio su tela, egli fa risaltare con vigore ciò che viene rappresentato, infondendo nella stesura dei colori il desiderio di rendere partecipe chi guarda l'opera.Il messaggio che il pittore vuole trasmettere è un momento di riflessione, l'appagamento interiore, la contemplazione delle scene rappresentate e dei colori caldi e luminosi, stesi con armonia sulla tela. L'artista ha rilevato l'importanza della percezione dei valori pittorici puri nella composizione immediata della natura.Intende l'arte non soltanto come una rappresentazione del mondo in cui viviamo, bensì coinvolgere e trascinare lo spettatore oltre l'immaginazione.Oltre il vento per scoprire nuove realtà, alla ricerca della gioia, seppur breve.Oltre ai paesaggi, l'artista si dedica con passione ai ritratti.Ha partecipato a diverse mostre.Tra i vari premi ha ricevuto un prestigioso riconoscimento al concorso Mosè Bianchi di Milano.

Per le mostre precedenti ospitate da  Zen Sushi Restaurant  potete visitare il nostro archivio