• +39 02 890.135.57
  • Via Maddalena 1, Milano, 20122, Italy
  • lu-ve 12.15 - 14.30, lu-do 19.30 - 23.00
Zen Arte

Con periodicità mensile il locale ospita mostre ed eventi artistici.
Il panorama e gli stili sono di ampio respiro, spaziando da lavori legati a tradizioni orientali alle ricerche occidentali più attuali.

Rino Aquilecchia
dal 22 luglio all'8 settembre 2017

Le qualità naturali dell'artista si riassumono in un sentimento che si trasforma in realtà nei suoi dipinti: luminosità, armonia, fantasia.Nelle sue opere, realizzate con la tecnica ad olio su tela, egli fa risaltare con vigore ciò che viene rappresentato, infondendo nella stesura dei colori il desiderio di rendere partecipe chi guarda l'opera.Il messaggio che il pittore vuole trasmettere è un momento di riflessione, l'appagamento interiore, la contemplazione delle scene rappresentate e dei colori caldi e luminosi, stesi con armonia sulla tela. L'artista ha rilevato l'importanza della percezione dei valori pittorici puri nella composizione immediata della natura.Intende l'arte non soltanto come una rappresentazione del mondo in cui viviamo, bensì coinvolgere e trascinare lo spettatore oltre l'immaginazione.Oltre il vento per scoprire nuove realtà, alla ricerca della gioia, seppur breve.Oltre ai paesaggi, l'artista si dedica con passione ai ritratti.Ha partecipato a diverse mostre.Tra i vari premi ha ricevuto un prestigioso riconoscimento al concorso Mosè Bianchi di Milano.

Michele Savino
dal 24 giugno al 21 luglio 2017

Inizia a dipingere a quindici anni da autodidatta, mentre frequenta il Liceo Scientifico; successivamente si diploma all’Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo nel 2011 e all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano nel 2013. I molteplici interessi in campo naturalistico sono fonte di ispirazione per la ricerca artistica di Michele Savino, che, oltre ad aver allevato per anni rettili ed anfibi, coltiva bonsai, cactus e piante carnivore, cercando di convertire queste suggestioni in pittura. Le immagini che si creano ambiscono così ad essere realtà autonome, dove ogni riferimento si perde all’interno di una figurazione indefinita, ma mai astratta; l’artista non si limita all’imitazione del soggetto, bensì alla creazione di uno nuovo che conservi il potere di un’immagine ancestrale. Queste opere ricercano nel passato il fascino misterioso del reperto, del frammento restituito dal tempo, di un’ipotetica immagine all’origine di ogni creazione.

Roberto Ornati
dal 27 maggio 23 giugno 2017

È nato e vive a Milano, laureato in Giurisprudenza, attualmente lavora nel campo dell’editing e della grafica in una grande compagnia di assicurazione. Ha frequentato diversi corsi d'arte, anche di calligrafia giapponese. È appassionato di cultura orientale e arti marziali. Una grande ammirazione artistica l'ha rivolta a René Magritte e Edward Hopper con incursioni nel mondo metafisico. Ha partecipato a concorsi e mostre nel 2016 al SaturArte di Genova e quest'anno al Genova Art Expo e con Orti&Arte a Milano. Sul web ha postato opere nel concorso Arte e Artisti e da qui è scaturito il catalogo della “Collana di arte contemporanea e artisti” presente come allegato di un quotidiano a tiratura nazionale. Ha venduto alcune opere nel 2015 e 2016 per aste a favore di Associazioni Umanitarie e di Contributo Sociale. Alcuni quadri sono stati acquistati all’estero in Germania e Giappone.

Dennis Merlini
dal 29 aprile al 26 maggio 2017

Nasce il 28 luglio 1971 a San Benedetto del Tronto, città nota per la riviera delle Palme sulla costa adriatica marchigiana. Sin da piccolo manifesta una spiccata passione, per la vibrazione dei colori, per il disegno, per l'espressione artistica e creativa. La bellezza della Natura in tutte le sue manifestazioni è da sempre fonte di ispirazione, di connessione transpersonale e benessere integrale. Questa connessione, insieme all’intento di contribuire a un sistema più armonico e rispettoso dell’ambiente, ha portato l'artista a seguire studi economico-finanziari e a discutere una tesi di laurea dimostrando come sia possibile un sistema di sviluppo più sostenibile e rispettoso delle istanze ambientali e sociali. Grazie ad un percorso di Biotransenergetica, oggi approfondisce la conoscenza Transpersonale espressa anche nelle opere artistiche. Negli anni infatti ha continuato a dipingere soggetti surreali e onirici, con l’utilizzo armonico dell’intero ventaglio dei colori, giocando con i contrasti di chiari e scuri, in cui la luce emerge con forza in paesaggi/visioni notturne e tramonti. Il crepuscolo rappresenta per l'artista un momento Sacro in cui la Natura richiama l’anima a una contemplazione profonda, grazie alle vibrazioni delle sfumature di un sole fedele, che promette alla sua amata Terra di risorgere all'indomani, lasciando spazio al notturno stellato e all’ascesa dell’essenza. Simboli ricorrenti nelle opere dell'artista sono l'Albero dell'Armonia e la foglia Gingko Biloba. Immagini la cui potenza fluisce dagli Archetipi che per millenni esse stesse hanno veicolato agli occhi degli uomini, entrambe sono simboli e insieme manifesti che ad ogni osservatore parlano di flusso ed integrazione. Unione fra Cielo e Terra, fra Anima e Corpo, fra Mente e Cuore: questa la missione di Dennis Merlini, di ogni puro "artista", di ogni vero "uomo".

Per le mostre precedenti ospitate da  Zen Sushi Restaurant  potete visitare il nostro archivio