• +39 02 890.135.57
  • Via Maddalena 1, Milano, 20122, Italy
  • lu-ve 12.15 - 14.30, lu-do 19.30 - 23.00
Zen Arte

Con periodicità mensile il locale ospita mostre ed eventi artistici.
Il panorama e gli stili sono di ampio respiro, spaziando da lavori legati a tradizioni orientali alle ricerche occidentali più attuali.

Michele Cerchia dal 10 novembre al 14 dicembre 2018

La ricerca artistica, quando intrapresa con autentica vocazione, descrive un percorso evolutivo che riguarda non solo l’aspetto tecnico dell’opera, ma anche la qualità stessa del sentire e del fare arte. All’interno di questo processo di maturazione e di sperimentazione, diventa cruciale il passaggio da un approccio ‘coercitivo’, in cui prevale la volontà di esaurire formalmente un’idea, verso una nuova immediatezza espressiva che ne fluidifica la restituzione. Si tratta di uno dei momenti più interessanti della pratica artistica poiché permette di accedere ad una nuova facoltà percettiva e di scoprire l’esatta cifra del proprio talento e del proprio stile. In questo contesto si inscrive il lavoro di Michele Cerchia, sganciato da ogni tensione rappresentativa, ma ugualmente capace di evocare tutta la portata di una partecipazione intima e totalizzante al dato reale. -- Giulia Airoldi

Patrizia Gravino e Mara Rustichelli dal 13 ottobre al 9 novembre 2018

PATRIZIA GRAVINO

Dipingo per passione, necessità interiore e divertimento. La mia esperienza con l’arte è cominciata alla scuole superiori dove ho conseguito il Diploma di maturità in Comunicazioni Visive nel 1994. Da allora ho continuato a “divertirmi” con matite e colori. I miei lavori rappresentano atmosfere e paesaggi interiori elaborati dopo un lungo tempo di osservazioni e percezioni, procedendo con calma, strato su strato, lasciandomi guidare dalla creazione stessa.Il tempo è l’elemento che mi interessa di più rappresentare, esso nel suo passare trasfigura ogni cosa rendendola interessante e misteriosa.

MARA RUSTICHELLI

Nata nel 1944 in provincia di Mantova e abitante a Burago Molgora (MB). Ho lavorato per molti anni nel settore dell’artigianato orafo e dall’eta’ del pensionamento dedico il mio tempo ai miei molti interessi sociali, culturali e artistici. Appassionata sin da giovanissima di fotografia, ho frequentato stages TPW con Nikos Economopoulos, Franco Fontana e Erminio Annunzi al Foto Festival Massa Marittima in Toscana e corsi all’Istituto Italiano di Fotografia a Milano. Coltivo anche le passioni della pittura e della scultura: da anni frequento la scuola di pittura “Martenot” con la maestra Daniela Radelia a Milano e il “Laboratorio Artistico Lambrate” condotto da Letizia Omodeo a Milano; inoltre Stages seminariali a Venezia con l’artista Anna Moro-Lin e i corsi di modellaggio e scultura su pietra condotti dal maestro Martin Gerull a Merate.

Bagliore in lontananza - Gravino
Bagliore in lontananza - Gravino
Vibrazioni - Rustichelli
Vibrazioni - Rustichelli
Euridice - Gravino
Euridice - Gravino
Evento all'alba - Rustichelli
Evento all'alba - Rustichelli

Manuela de Pregi dal 15 settembre al 12 ottobre 2018

Manuela de Pregi, in arte MdP, goriziana di nascita ma milanese d’adozione, dopo studi linguistici si è dedicata alla pittura, sua grande passione da sempre, passando dal figurativo all'astratto, sempre alla ricerca di nuove tecniche e temi espressivi, che corrispondono al suo percorso di vita e sono ispirati dai suoi viaggi, dalla fotografia di cui si fa interprete e dalle numerose relazioni tessute sotto la spinta creativa. La prima significativa mostra personale è stata nel 2016 a Milano e a questa ne sono seguite altre in varie città italiane oltre a diverse iniziative creative fra cui l’adesione a Italian Wall Design per la realizzazione di carte da parati e light box. Ha anche partecipato al Fuori Salone di Milano 2016 e alla Biennale RomArt ed. 2017. A marzo 2018 ha aperto il suo atelier e laboratorio di coworking presso Spazio Stazio, in via Cecilio Stazio 10 a Milano ed ha iniziato a collaborare con altri artisti per la realizzazione di eventi e oggetti unici.

Claudia Ricci dal 21 luglio al 14 settembre 2018

"Di arte ne ho sempre vista, respirata e ne ho sempre voluta fare. Non ho  studiato all’artistico o fatto accademie, ma qualcuno mi ha detto che è un bene, che forse mi sarebbe passata la voglia e il mio stile non sarebbe così spontaneo. La voglia di fare arte, infatti non mi è mai passata. Dipingevo, poi la vita mi ha regalato le mie due più belle opere d’arte, i miei figli, e per un po’ ho dovuto smettere per mancanza di tempo e per la tossicità dei materiali che usavo: olii e solventi. Per questo la bic: da mamma milanese sempre di fretta, in borsa avevo le penne che puntualmente i miei figli perdevano e lasciavano in casa. È iniziata così: i primi scarabocchi in macchina, o in spiaggia con i miei figli intorno. Da quando ho ripreso a disegnare, la mia arte è sbocciata e sono sbocciata anche io, ho trovato il coraggio di cambiare casa, vita e soprattutto abbandonare un lavoro che mi faceva stare male e mi stressava. Sono due anni oramai, che sto provando a vivere di questo, che è sempre stato il mio grande sogno in cui forse non ho mai creduto davvero. Da quando ci credo, anche nella mia vita è arrivata la primavera, il sole, e sono sbocciati i fiori."

Per le mostre precedenti ospitate da Zen Sushi Restaurante potete visitare il nostro archivio